× Search
lunedì 11 dicembre 2017

Vulvoscopia: a cosa serve questo esame? Cosa permette di dignosticare? Come si esegue?

VULVOSCOPIA

Esame consistente nell'osservazione della vulva  e dei tessuti circostanti. 
Solitamente, la vulvoscopia precede la colposcopia (esame che consente di osservare la superficie della vagina e della porzione del collo dell' utero che sporge verso la vagina).

Si esegue l’osservazione dei tessuti con uno strumento chiamato colposcopo. Non è necessaria l'introduzione dello speculum (lo strumento introdotto dal ginecologo in vagina, per divaricarne le pareti, rendendo visibile il collo dell'utero e possibile il prelievo di materiale da utilizzare per il pap-test o altre indagini), per cui l'esame risulta assolutamente indolore.

La vulvoscopia è usata per vari scopi:

1. diagnosticare e prevenire le lesioni benigne o maligne della vulva in uno stadio precoce;

2. identificare esattamente la sede e la localizzazione di lesioni da sottoporre a prelievi per eseguire una biopsia mirata;

3. valutare lo stato di processi infiammatori, infezioni di vario tipo (causate da batteri, funghi, protozoi, virus), verruche, ulcere, ecc.;

4. programmare la terapia più idonea da effettuare.



Dove siamo

Studio di ginecologia e ostetricia
Biondo Dr. Andrea
Via XX Settembre, 69
90141 Palermo
Tel. 091.306762
P. iva 04220740825 
Iscrizione ordine dei medici n. 10680

Social

Termini Di UtilizzoPrivacyCopyright 2017 by Andrea Biondo