Lisi sinechie
Lisi sinechie
INDICAZIONI

La chirurgia isteroscopica rappresenta il trattamento più idoneo per le sinechie cervicali e/o endocavitarie, sia per la maggiore efficacia terapeutica che per il minor rischio di recidiva. La sinechiolisi è indicata nei casi di desiderio procreativo della paziente, quando la presenza delle sinechie è causa di alterazioni del ciclo (ipomenorrea, amenorrea, dismenorrea), quando le sinechie sono di ostacolo al completamento della diagnostica isteroscopica.

VALUTAZIONE PRECHIRURGICA

La valutazione diagnostica isteroscopica deve sempre precedere la sinechiolisi (spesso la procedura diagnostica si tramuta direttamente in trattamento delle sinechie), per studiare l'estensione e la sede del quadro aderenziale e programmare l'esecuzione di eventuali ulteriori indagini complementari o di specificii controlli intraoperatori. L'esecuzione dell'isterosalpingografia può essere utile nei casi di mancata visualizzazione isteroscopica dei distretti superiori (presenza di sinechie obliteranti cervicali e/o istmiche), mentre nei casi aderenziali più severi l'ecografia può evidenziare la presenza di aree endometriali residue conglobate fra la fusione fibrosa delle pareti uterine.

PREPARAZIONE FARMACOLOGICA

La sinechiolisi isteroscopica non richiede specifiche preparazioni farmaocologiche (Schema A), e addirittura controindicato nei quadri aderenziali severi é l'uso di analoghi del GnRH per il protratto effetto ipotrofizzante sul già scarso endometrio presente.

CONSENSO INFORMATO

Oltre ai generici rischi della chirurgia isteroscopica, nei quadri severi la Paziente deve essere informata dell'elevata probabilità di recidiva delle sinechie (non può essere sempre garantito il recupero della fertilità) e del maggior rischio di perforazione uterina (e dell'eventualità di ricorso alla celioscopia nel caso si verifichi tale evento).

TECNICA CHIRURGICA

La sinechiolisi isteroscopica può essere eseguita per via smussa con l'estremità distale dell'ottica, con strumenti meccanici, con l'impiego di energia elettrica o laser. Nei casi aderenziali severi é consigliato l'impiego di procedure che non prevedano l'uso di energie, per non distruggere col danno termico parte dell'endometrio residuo (necessario per la colonizzazione della cavità), già estremamente scarso in tali situazioni. Nel trattamento isteroscopico delle asherman severe può essere utile programmare il controllo ecografico intraoperatorio, al fine di meglio orientare l'azione chirurgica e ridurre il rischio di perforazione uterina.

INDICAZIONI

La chirurgia isteroscopica rappresenta il trattamento più idoneo per le sinechie cervicali e/o endocavitarie, sia per la maggiore efficacia terapeutica che per il minor rischio di recidiva. La sinechiolisi è indicata nei casi di desiderio procreativo della paziente, quando la presenza delle sinechie è causa di alterazioni del ciclo (ipomenorrea, amenorrea, dismenorrea), quando le sinechie sono di ostacolo al completamento della diagnostica isteroscopica.

VALUTAZIONE PRECHIRURGICA

La valutazione diagnostica isteroscopica deve sempre precedere la sinechiolisi (spesso la procedura diagnostica si tramuta direttamente in trattamento delle sinechie), per studiare l'estensione e la sede del quadro aderenziale e programmare l'esecuzione di eventuali ulteriori indagini complementari o di specificii controlli intraoperatori. L'esecuzione dell'isterosalpingografia può essere utile nei casi di mancata visualizzazione isteroscopica dei distretti superiori (presenza di sinechie obliteranti cervicali e/o istmiche), mentre nei casi aderenziali più severi l'ecografia può evidenziare la presenza di aree endometriali residue conglobate fra la fusione fibrosa delle pareti uterine.

PREPARAZIONE FARMACOLOGICA

La sinechiolisi isteroscopica non richiede specifiche preparazioni farmaocologiche (Schema A), e addirittura controindicato nei quadri aderenziali severi é l'uso di analoghi del GnRH per il protratto effetto ipotrofizzante sul già scarso endometrio presente.

CONSENSO INFORMATO

Oltre ai generici rischi della chirurgia isteroscopica, nei quadri severi la Paziente deve essere informata dell'elevata probabilità di recidiva delle sinechie (non può essere sempre garantito il recupero della fertilità) e del maggior rischio di perforazione uterina (e dell'eventualità di ricorso alla celioscopia nel caso si verifichi tale evento).

TECNICA CHIRURGICA

La sinechiolisi isteroscopica può essere eseguita per via smussa con l'estremità distale dell'ottica, con strumenti meccanici, con l'impiego di energia elettrica o laser. Nei casi aderenziali severi é consigliato l'impiego di procedure che non prevedano l'uso di energie, per non distruggere col danno termico parte dell'endometrio residuo (necessario per la colonizzazione della cavità), già estremamente scarso in tali situazioni. Nel trattamento isteroscopico delle asherman severe può essere utile programmare il controllo ecografico intraoperatorio, al fine di meglio orientare l'azione chirurgica e ridurre il rischio di perforazione uterina.

Ginecologo Palermo - Dr. Andrea Biondo - Specialista in fisiopatologia della riproduzione umana
Contatti
Studio di Ginecologia e Ostetricia
Via XX Settembre, 69
90414 Palermo
Tel. 091.306762
P.Iva 04220740825
Iscrizione Ordine dei Medici n. 10680
Contatti
Studio di Ginecologia e Ostetricia
Via XX Settembre, 69
90414 Palermo
Tel. 091.306762
P.Iva 04220740825
Iscriz. Ordine dei Medici n. 10680
Aree principali
Gravidanza
Diagnostica prenatale
Contraccezione
Sterilità/Fertilità
Fecondazione assistita
Infezione da HPV
Aree principali
Gravidanza
Diagnostica prenatale
Contraccezione
Sterilità/Fertilità
Fecondazione assistita
Infezione da HPV
Altre informazioni
Calcolatori gravidanza
Partner
Link
Altre informazioni
Calcolatori gravidanza
Partner
Link
Facebook LinkYoutube Link