Colestasi gravidica
Colestasi gravidica
La colestasi gravidica è un disturbo che compare solo durante la gravidanza. E’ un difetto della secrezione biliare, in altre parole la bile (sostanza che permette all’intestino di assorbire grassi e vitamine), ristagna nel fegato disperdendo i suoi componenti nel sangue.
L’alterazione delle funzioni del fegato, sono simili, a quelle provocate dalla cirrosi.
Quest’ultima è una malattia cronica, mentre la colestasi gravidica si risolve dopo il parto.
I sintomi sono, l’ittero, la colorazione giallognola della pelle e della sclera dell’occhio, dovuta all’accumulo di birulubina nel sangue (un pigmento che viene eliminato dal fegato).L’ittero puo’ comparire spesso,anche nel neonato, subito dopo il parto, perchè il suo fegato non riesce ad espellere la bilirubina, e viene curata con la fototerapia.
Un altro sintomo della colestasi gravidica è il prurito, dovuto alla presenza eccessiva di sali biliari nel sangue, diffuso su tutto il corpo, costante e molto intenso.
A oggi, non esiste ancora una spiegazione scientifica che spieghi questo disturbo, la tesi più accreditata, è l’origine genetica della malattia e più precisamente un particolare sensibilità del fegato legato agli estrogeni.
Anche se si risolve spontaneamente dopo il parto, la Colestasi Gravidica può determinare problemi di insofferenza fetale e probabile parto anticipato o cesareo.
Per questo motivo la futura madre sarà continuamente monitorata dal proprio medico, per tenere sotto controllo il benessere e la salute del feto.
Bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, fa sempre bene, in questo caso aiuta a smaltire i sali biliari tramite i reni.
La colestasi gravidica è un disturbo che compare solo durante la gravidanza. E’ un difetto della secrezione biliare, in altre parole la bile (sostanza che permette all’intestino di assorbire grassi e vitamine), ristagna nel fegato disperdendo i suoi componenti nel sangue.
L’alterazione delle funzioni del fegato, sono simili, a quelle provocate dalla cirrosi.
Quest’ultima è una malattia cronica, mentre la colestasi gravidica si risolve dopo il parto.
I sintomi sono, l’ittero, la colorazione giallognola della pelle e della sclera dell’occhio, dovuta all’accumulo di birulubina nel sangue (un pigmento che viene eliminato dal fegato).L’ittero puo’ comparire spesso,anche nel neonato, subito dopo il parto, perchè il suo fegato non riesce ad espellere la bilirubina, e viene curata con la fototerapia.
Un altro sintomo della colestasi gravidica è il prurito, dovuto alla presenza eccessiva di sali biliari nel sangue, diffuso su tutto il corpo, costante e molto intenso.
A oggi, non esiste ancora una spiegazione scientifica che spieghi questo disturbo, la tesi più accreditata, è l’origine genetica della malattia e più precisamente un particolare sensibilità del fegato legato agli estrogeni.
Anche se si risolve spontaneamente dopo il parto, la Colestasi Gravidica può determinare problemi di insofferenza fetale e probabile parto anticipato o cesareo.
Per questo motivo la futura madre sarà continuamente monitorata dal proprio medico, per tenere sotto controllo il benessere e la salute del feto.
Bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, fa sempre bene, in questo caso aiuta a smaltire i sali biliari tramite i reni.
Ginecologo Palermo - Dr. Andrea Biondo - Specialista in fisiopatologia della riproduzione umana
Contatti
Studio di Ginecologia e Ostetricia
Via XX Settembre, 69
90414 Palermo
Tel. 091.306762
P.Iva 04220740825
Iscrizione Ordine dei Medici n. 10680
Contatti
Studio di Ginecologia e Ostetricia
Via XX Settembre, 69
90414 Palermo
Tel. 091.306762
P.Iva 04220740825
Iscriz. Ordine dei Medici n. 10680
Aree principali
Gravidanza
Diagnostica prenatale
Contraccezione
Sterilità/Fertilità
Fecondazione assistita
Infezione da HPV
Aree principali
Gravidanza
Diagnostica prenatale
Contraccezione
Sterilità/Fertilità
Fecondazione assistita
Infezione da HPV
Altre informazioni
Calcolatori gravidanza
Partner
Link
Altre informazioni
Calcolatori gravidanza
Partner
Link
Facebook LinkYoutube Link